30 agosto 1542

Sadoleto arriva a Modena con l’incarico da parte del papa di concludere la vicenda del «Formulario di fede»



In estate, a seguito del mutare del clima politico a Roma, il gruppo degli spirituali rischiò di venirsi a trovare a sua volta in una posizione pericolosa. Temendo che la mediazione con gli accademici potesse ritorcersi contro loro stessi, Morone e Contarini decisero, quindi, di inviare al papa il «Formulario di fede», accompagnato da una lunga relazione apologetica sulla vicenda, e di attendendere la sua decisione per procedere.

Il papa autorizzò a procedere con il «Formulario di fede», ma affidò al Sadoleto l’incarico di portare a termine la vicenda. Il 30 agosto, il cardinale arrivò in città, dove innanzitutto incontrò il Morone e il Cortese. Poi, durante un’ultima estenuante trattativa con gli accademici, riuscì a piegarli alla sottoscrizione, con la minaccia di aprire un processo inquisitoriale.

Alla fine, l’unica cosa che gli eterodossi ottennero fu di vedere controfirmato il formulario anche da altri autorevoli cittadini di sicura ortodossia, evitando così che, in futuro, potesse essere trasformato in una lista di sospetti relapsi.


torna alla cronologia

about

cronologia della riforma protestante e della presenza evangelica a Modena

more

cronologia

news

4/12/2017 - 1517-2017. 500° anniversario della Riforma protestante
Pubblicazione dei cartelli della mostra nella sezione download

tools


owner

evangelicimodena.it

 
cookie policy